PIANO DI COMUNICAZIONE

PIANO DI COMUNICAZIONE

Nell’ottica di una sempre maggior diffusione mediatica dello sport del rugby, un ruolo importante, forse fondamentale, viene ricoperto dalle associazioni sportive sul territorio. Questo ruolo diventa fondamentale in quelle zone dove il livello sportivo del rugby non sia associato ad eccellenze nazionali.
La presenza capillare di comunicazione costante da parte di associazioni sportive costituisce un valido focolaio di attenzione ed informazione verso chi, altrimenti, con lo sport del rugby non avrebbe nessun punto di contatto.
E’ necessario avere una propria identità sia sportiva che sociale, saper gestire la comunicazione, far conoscere la propria attività sportiva e sociale agli altri e promuoverla nei confronti del pubblico
Per incentivare e, in alcuni casi, premiare un piano di comunicazione societario, il Comitato Regionale Piemonte della FIR, bandisce un concorso per le Società affiliate che nei termini e modalità previste dal bando pubblicato, presenteranno un piano di Comunicazione mediatico efficace nel promuovere la propria attività ludico-sportiva verso i media locali e non solo.
Ovviamente, un buon piano di Comunicazione, si associa e/o contribuisce ad un’azione incisiva del Marketing societario che da una buona comunicazione non può che riceverne benefici.

Gli aspetti del piano di comunicazione che saranno presi in esame sono:

  • identità aziendale dell’Associazione
  • Sito internet aggiornato con tutte le attività dell’Associazione
  • Emissione di comunicati stampa a cadenza regolare ad una mailing list, necessariamente non solo locale e non solo sportiva
  • Presenza di un addetto stampa, individuato preferibilmente nella figura di un giornalista/pubblicista
  • Comunicazione interna fra dirigenza/tecnici e giocatori/famiglie
  • Comunicazione doppiata e non alternativa sui maggiori Social attualmente in uso
  • Comunicazione di tutte le iniziative societarie anche a livello istituzionale
  • Iniziative di promozione del proprio marchio

Il piano dovrà essere inviato in comitato entro il 15 dicembre 2018
Una apposita commissione valuterà sia il piano in se sia la sua efficacia sul territorio
Il premio è stabilito in 4.000,00€. Di questi 1100,00 € saranno erogati in occasione della scelta dei progetti (600,00 € al primo, 300,00€ al secondo e 200,00€ al terzo ). I restanti 2900,00€ ( 1.300,00€ al primo , 900,00€ al secondo e 700,00€ al terzo) a fine stagione a seguito della verifica dell’attuazione del progetto stesso secondo modalità che saranno in seguito definite

Sicuri di apprezzamento dell’iniziativa porgiamo cordiali saluti
COMITATO PIEMONTESE RUGBY

Condividi questo post